lunedì 7 luglio 2014

Sai comunicare o non sai comunicare?

Noi, questa domanda, ce la saremo posta un milione di volte quando eravamo ragazzi....
"So comunicare o non so comunicare?"

D'altronde quando si cerca di ottenere qualcosa, ci si dimentica che qualsiasi richiesta, qualsiasi offerta, qualsiasi idea o progetto PRIMA DI OTTENERE attenzione o accordo, devono essere comunicate.

L'essere umano è comunicazione.
E' difficile trovare una concetto così semplice ma allo stesso tempo così denso di conseguenze e possibilità di approfondimento.

Anche nelle attività economiche (che sono, ricordiamolo, attività svolte da essere umani), la comunicazione è un fattore fondamentale.

Se hai una buona idea o un buon progetto ma non riesci a trasmetterla ai tuoi colleghi o ai tuoi collaboratori, a che serve avere una buona idea o un buon progetto?
Se hai un buon prodotto o consegni un buon servizio ma non riesci ad informare della cosa i tuoi potenziali clienti, a che serve avere un buon prodotto o consegnare un buon servizio?

La comunicazione è come avere un filo del telefono che collega due città diverse divise da un baratro.
Non vi è nessuna possibilità di comprendere cosa accade nella città vicina se non tramite il telefono. Certo, si possono vedere alcune cose da lontano. Si può vedere il fumo dei caminetti o con dei cannocchiali vagamente intuire alcuni movimenti. Ma è una conoscenza superficiale. Senza comunicazione (il filo del telefono) le due città sono mondi a se stanti. Indipendenti e inconoscibili.
Ecco..... nella vita due persone che non comunicano sono come queste due città. La conoscenza reciproca è superficiale e basata su ipotesi che partono da una osservazione dall'esterno. Con binocoli che spesso non funzionano neppure bene perchè è frequente che si veda solo ciò che si vuol vedere o ci si inventi qualcosa che non c'è.

Con la comunicazione si può CONOSCERE.
Un'azienda può conoscere cosa il potenziale cliente cerca o desidera (indagini di marketing).
Un'azienda può far sapere cosa offre (promozione/pubblicità).
Un'azienda può sapere cosa ne pensa il cliente di ciò che ha comprato o gli è stato offerto (cura del cliente).

Ma, anche.... in un'azienda tutti i collaboratori SANNO quale sia la meta aziendale, quali gli obiettivi e quali le strategie.
In un'azienda, i vertici possono CONOSCERE cosa avviene nelle zone operative. E sapendo cosa accade e quali sono le esigenze, possono prendere le migliori decisioni.
In un'azienda, i venditori che COMUNICANO con i clienti, porteranno a casa più risultati e saranno una fonte preziosa di informazioni per migliorare il prodotto/servizio.

La comunicazione è fatta di poche, semplici regole basilari. 
Non è fatto di artifici, trucchi, schemi, meccanismi e chissà quale sofisticato marchingegno.
Non bisogna MAI confondere la semplice essenzialità della comunicazione con la complessità degli strumenti che permettono la comunicazione.
La comunicazione non è un telefono cellulare. Nè la TV o internet.
La comunicazione è qualcosa che viaggia fra 2 persone. O fra una persona e un gruppo.
Telefono, computer, piccioni viaggiatori, libri, linguaggi, segnali di fumo e via dicendo sono solo strumenti.
Lo strumento non è la comunicazione.

E tu sai comunicare?
La Learning School tiene dei corsi di formazione in cui affronta i dati basilari che fanno comprendere cosa la comunicazione sia, come essa si ingarbugli e come essa può essere dipanata e usata per i propri scopi. La comunicazione ha a che fare con la leadership, lo spirito di squadra ma anche con le vendite, la produzione e, in definitiva, con tutta l'attività di un'azienda.
Ma non basta conoscere cosa la comunicazione sia e funzioni.
Occorre anche esercitarsi a sufficienza.
Se vuoi sapere cosa la Learning School può fare per migliorare l'efficienza della comunicazione della tua azienda e nella tua azienda, contattaci....

Grazie per l’attenzione


Nessun commento:

Posta un commento